Come vendere servizi su Facebook e guadagnare online

del 22/09/2020  (ultima revisione 11/12/2020)

Come vendere servizi su Facebook e guadagnare online

Sapevi che oltre a condividere selfie e ricevere notifiche, puoi vendere servizi su Facebook e guadagnare online? Offrire prodotti e vendere servizi su Facebook è sicuramente una mossa intelligente. Anzi, è senza dubbio la miglior scelta che un’attività professionale può prendere in questo periodo. La concorrenza può essere feroce è vero, ma con oltre 2,6 miliardi di utenti mensili attivi, il pubblico potenziale è più che sufficiente per impegnarsi a vendere servizi su Facebook.

  1. Come creare una pagina aziendale e vendere servizi su Facebook?
  2. Come creare un account Facebook per un’azienda. Segui questi passaggi per avviare subito la tua pagina aziendale!
  3. Quale genere di prodotti (non) può essere venduto su Facebook?
  4. Come trovare clienti su Facebook?
  5. Quanto costa una campagna sponsorizzata su Facebook?
  6. Serve la partita IVA per vendere su Facebook?

Come creare una pagina aziendale e vendere servizi su Facebook?

Creare una pagina aziendale su Facebook è molto facile. Probabilmente hai già tutte le foto, il testo e le idee di cui hai bisogno per costruire la tua pagina aziendale di Facebook, per realizzarla quindi, devi solo sederti e svolgere alcuni semplici passaggi per rendere la tua pagina attiva e funzionante.

Come creare un account Facebook per un’azienda. Segui questi passaggi per avviare subito la tua pagina aziendale!

  • Passaggio 1: iscriviti

Vai sulla pagina dedicata alla creazione dei “profili” aziendali. Seleziona il tipo di pagina che desideri creare: azienda / marchio o comunità / personaggio pubblico. Quindi, inserisci le informazioni sulla tua attività. Per il nome della pagina, utilizza il nome della tua attività o il nome che le persone probabilmente cercheranno quando cercano di trovare la tua attività.

Per quanto riguarda la categoria, digita una o due parole che descrivono la tua attività e Facebook suggerirà alcune opzioni. Se la tua attività rientra in più di una delle opzioni di categoria, scegli quella a cui è più probabile che i tuoi clienti pensino quando pensano alla tua attività. Una volta scelta la categoria, la casella si espanderà per chiedere alcuni ulteriori dettagli, come il tuo indirizzo e il tuo numero di telefono. Puoi scegliere se rendere pubbliche queste informazioni o mostrare solo la tua città e stato. Quando sei pronto, fai clic su Continua.

  • Passaggio 2. Aggiungi le immagini

Dopo aver aperto la tua pagina aziendale, caricherai il profilo e le immagini di copertina. È importante creare una buona prima impressione visiva, quindi scegli saggiamente quali immagini di profilo e di copertina utilizzare. Assicurati che le foto che scegli siano in linea con il tuo marchio e siano facilmente identificabili con la tua attività.

  • Passaggio 3: crea il tuo nome utente

Il tuo nome utente, chiamato anche vanity URL, è il modo in cui dici alle persone dove trovarti su Facebook. Il tuo nome utente può contenere fino a 50 caratteri, ma fai il possibile per inserire un nome che sia facile da digitare e facile da ricordare. Il nome della tua attività o qualche ovvia variazione di esso è una scelta consigliata.

  • Passaggio 4: aggiungi i dettagli della tua attività

Anche se potresti essere tentato di scrivere i dettagli dopo, noi ti consigliamo di compilare tutti i campi nella sezione Informazioni sulla tua pagina Facebook fin dall’inizio. Per iniziare a compilare i dettagli della tua attività, fai clic su Modifica informazioni sulla pagina nel menu in alto. Da questa schermata potrai impostare e condividere tutte le informazioni importanti sulla tua attività.

  • Passaggio 5. Racconta la tua storia

Se pensi (e noi ti consigliamo di pensarlo) di avere altri dettagli da comunicare oltre le semplici informazioni di contatto sappi che Facebook è dotato di una specifica sezione in cui puoi aggiungere una descrizione più lunga della tua attività aziendale. Per accedervi è sufficiente fare clic su Vedi altro nel menu a sinistra, quindi su Informazioni, quindi su La nostra storia sul lato destro. In questa sezione, puoi aggiungere una descrizione dettagliata di ciò che la tua attività offre ai clienti e perché dovrebbero mettere Mi piace o seguire la tua pagina.

  • Passaggio 6. Crea il tuo primo post e inizia a vendere servizi su Facebook

La tua pagina è pronta, ora dovrai lavorare su un calendario editoriale e iniziare a pubblicare post che possano invogliare le persone, i potenziali clienti, a richiedere informazioni sui tuoi servizi professionali.

Quale genere di prodotti (non) può essere venduto su Facebook?

Facebook è, oggi, la più grande vetrina social disponibile per professionisti e PMI. Le possibilità di vendere prodotti e servizi su Facebook sono quasi infinite, tanto che facciamo prima a dire quali sono i prodotto che NON possono essere messi in vendita su Facebook!

NON possono essere venduti su Facebook:

  • articoli non reali, prodotti non fisici. Le linee guida di Facebook non permettono di mettere in evidenza post “in cerca di” o post riguardanti oggetti smarriti, scherzi e notizie;
  • vendita di servizi (ad esempio un servizio di pulizia). La vendita di servizi di pulizia (ad esempio) non è consentita;
  • articoli la cui descrizione non corrisponde alla foto;
  • animali: la vendita di animali non è consentita su Facebook;
  • prodotti per la salute (ad esempio termometri o kit di pronto soccorso);
  • immagini “del prima e del dopo”: gli articoli in vendita su Facebook non possono mostrare un’immagine “del prima e del dopo” (ad esempio una foto che mostra una perdita di peso).

Come trovare clienti su Facebook?

Il modo più economico per trasformare utenti in clienti è quello di utilizzare la funzione pubblico personalizzato. Per creare un pubblico personalizzato è sufficiente prendere le e-mail o i numeri di telefono dei tuoi attuali clienti, caricarli su Facebook e creare un pubblico personalizzato, dopo di che sarà sufficiente far lavorare Fb e ottenere un pubblico simile. Una volta creato un pubblico simile potrai iniziare a lavorare sulle Facebook ADS.

Se la tua attività è appena agli inizi, non potrai usare la funzione pubblici personalizzati, ma dovrai invece lavorare sulla creazione di un target per interessi e caratteristiche geografiche e/o anagrafiche.

Quanto costa una campagna sponsorizzata su Facebook?

Il costo di una campagna sponsorizzata su Facebook dipenda da tantissime variabile. Dalla competenze e dall’accuratezza delle impostazioni dell’ADS (rivolgersi a professionisti in gradi di presentare uno storico lavorativo è sempre la soluzione migliore) e soprattutto dipenderà dal modello di offerta che scegliamo di utilizzare. Il risultato (il costo), a seconda che si scelga un offerta con costo per clic (CPC) o un’offerta con costo per 1000 impression (CPM), sarà nettamente diverso. Di sicuro sappiamo però che impostare una sponsorizzata su Facebook ha un costo minimo di 1 euro al giorno.

Serve la partita IVA per vendere su Facebook?

In linea generale, qualunque attività di vendita richiede l’apertura di una partita IVA. I casi che non prevedono l’apertura di una partita iva sono da considerarsi come eccezioni alla regola. É comunque possibile vendere su Facebook senza partita iva nel caso in cui:

  • si abbia un volume d’affari annuo inferiore ai 5.000 euro (al netto delle spese)
  • il lavoro di produzione non deve ricorrere ad attrezzature che facciano pensare a una grossa produzione
  • non devi avere collaboratori o lavoratori subordinati ma devi svolgere la produzione in prima persona
  • devi comunque rilasciare all’acquirente una ricevuta, come in un mercatino dell’artigianato o hobbistico.

© Riproduzione riservata

 

SEO blogger Appassionato di Keyword Research, da più di dieci anni divido equamente la mia vita professionale tra fogli bianchi di word, blog aziendali e strategie di social media marketing. Nasco come giornalista, prima grande passione, e oggi svolgo la mia attività professionale come Content Manager e SEO blogger con diverse realtà editoriali e importanti progetti imprenditoriali. Collaboro con il Blog SmartFocus e condivido con i suoi lettori la mia passione per l’attualità, il giornalismo e le attività imprenditoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *