Poste private nazionali: come funzionano in franchising?

del 02/07/2021

Poste private nazionali: come funzionano in franchising?

Sappiamo che anche i servizi postali sono stati quasi del tutto liberalizzati a partire dal 2011. Ciò significa che chiunque ha la possibilità di avviare un’attività di poste private nazionali in franchising e offrire tutti quei servizi che una volta erano di pertinenza esclusiva di Poste Italiane. Approfondiamo questo tema nel nostro articolo.

INDICE:

  1. Cosa fanno le poste private?
  2. Cosa devo fare per aprire un punto di poste private?
  3. L’iter burocratico da seguire
  4. Come aprire una posta privata in franchising?
  5. Servizi online per poste private con VisureNetwork®

Cosa fanno le poste private?

Prima monopolio di stato, ad oggi le spedizioni ordinarie possono essere oggetto di un business privato. Così come quelle pubbliche, le poste private si occupano della:

  • gestione, accettazione, trasporto e smistamento di invii postali con peso superiore ai 2 chilogrammi,
  • distribuzione di pacchi postali con un peso superiore ai 20 chilogrammi,
  • pagamento bollettini,
  • servizi finanziari,
  • stampa imbustamento,
  • servizi Pec.

Il settore legato alle poste private nazionali riveste un ruolo sempre più importante nel mercato e le attività di posta privata più recenti propongono anche servizi energetici, utenze in abbonamento e tutti quelli legati allo sviluppo degli e-commerce.

Cosa devo fare per aprire un punto di poste private?

Prima di aprire la propria posta privata bisogna determinare la gamma di servizi che si vogliono offrire in base ad una differente licenza (licenza individuale oppure autorizzazione generale). Con l’autorizzazione generale da parte dell’autorità competente, si potranno offrire servizi di gestione, accettazione, trasporto, smistamento e distribuzione di pacchi con peso superiore ai 2 kg e distribuzione di pacchi con peso superiore ai 20 kg. La licenza individuale, invece, permette di operare su tutti i fronti e di collaborare anche con le poste pubbliche.

Oltre all’ottenimento della licenza, è fondamentale analizzare il territorio ed il target, mediante le analisi di fattibilità e dei costi evidenziate da un business plan.

L’iter burocratico

Dopo che si ottiene l’autorizzazione, i passaggi da compiere sono:

  • aprire la partita Iva,
  • iscriversi al Registro delle Imprese,
  • comunicare l’inizio dell’attività al Comune (almeno 30 giorni prima),
  • aprire le posizioni INPS ed INAIL,
  • ottenere il permesso per esporre l’insegna,
  • mettere a norma il locale e gli impianti,
  • rispettare le normative igienico-sanitarie.

Come aprire una posta privata in franchising?

Aprire una posta privata in franchising è più semplice e meno costoso, grazie ai vantaggi ed alle agevolazioni riservate agli affiliati, come i seguenti:

  • sfruttamento di un marchio noto e riconosciuto,
  • campagne di comunicazione e marketing,
  • maggiore fidelizzazione della clientela,
  • utilizzo di un format di successo,
  • gamma di servizi completi,
  • formazione costante,
  • format semplificato,
  • supporto nell’avvio dell’attività,
  • fornitura ed allestimento chiavi in mano,
  • accordi vantaggiosi per la fornitura di prodotti e servizi.

Servizi online per poste private con VisureNetwork®

Se vorresti avviare una tua posta privata, da oggi hai la possibilità di semplificare il tuo lavoro. In che modo? Accedendo alla piattaforma di VisureNetwork®, la prima rete di affiliazione in white label nelle visure e informazioni commerciali online, che permette di disporre in modo semplice e veloce di dati, documenti e report utili per le attività che vuoi svolgere.

Diversifica i tuoi servizi: compila il form e scopri i vantaggi del nostro Programma di Affiliazione!

    *Nome

    *Cognome

    *E-mail

    *Cellulare

    *Società

    Sito web

    Messaggio

    Dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy ed accetto il trattamento dei dati ai sensi del GDPR2016/679.

     

     

    Ho intrapreso la libero professione nel lontano 1996 nell’ambito delle visure ipotecarie e catastali per conto dei principali gruppi bancari e degli enti di riscossione pubblica. Contestualmente, per conto di enti religiosi ed ecclesiastici, ho curato la gestione dei loro patrimoni immobiliari: dal check immobiliare, allo studio di fattibilità fino alla riqualificazione e messa a reddito. Nel 2019 ho ideato VisureNetwork®, la prima piattaforma di affiliazioni in modalità white label nel settore delle informazioni commerciali. Seguo con attenzione gli scenari del mercato immobiliare e l’impatto che le innovazioni digitali avranno nell’attività economica delle imprese.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *