Quali sono le categorie catastali degli immobili?

del 04/08/2022

Quali sono le categorie catastali degli immobili?

Conoscere le categorie catastali dei beni immobili è di fondamentale importanza, in quanto esse determinano una precisa rendita e, di conseguenza, la relativa tassazione. Facciamo quindi una breve panoramica dei diversi gruppi di categorie catastali per chiarire meglio questo punto.

INDICE:

  1. Che cos’è la categoria catastale?
  2. Quante sono le categorie catastali degli immobili?
  3. Gruppo A
  4. Gruppo B
  5. Gruppo C
  6. Gruppo D
  7. Gruppo E
  8. Gruppo F
  9. Dove trovo le categorie catastali degli immobili?
  10. Vuoi ottenere una visura catastale su VisureNetwork®?

Che cos’è la categoria catastale?

Le categorie catastali fanno riferimento alla destinazione d’uso degli immobili inseriti all’interno del perimetro di una città. Sono rappresentate da una lettera, uno slash (/) e un numero e si suddividono nei Gruppi A, B, C, D, E e F.

In particolare, le categorie catastali A, B e C racchiudono gli immobili ad uso ordinario del settore residenziale, ad uso urbano e del terziario. L’elenco delle categorie catastali D, E ed F è relativo invece agli immobili a destinazione speciale. Il gruppo D riguarda le grandi strutture produttive (come fabbriche, centri commerciali, ospedali, banche), il gruppo E le attività pubbliche o di culto e infine il gruppo F è quello degli immobili a categoria catastale fittizia. 

Quest’ultima, nello specifico, è tra le più articolate perché prevede un’assegnazione provvisoria prima che l’immobile acquisisca la sua categoria catastale definitiva. Per fare un esempio pratico, un’unità in corso di costruzione che fa parte del gruppo F3, otterrà la sua categoria specifica una volta terminata la costruzione e definito l’uso dell’immobile. 

Quante sono le categorie catastali degli immobili?

Per entrare più nello specifico, descriviamo in breve gli immobili di ogni gruppo:

  • Gruppo A: alloggi, uffici privati
  • Gruppo B: scuole, uffici pubblici e ospedali
  • Gruppo C: attività commerciali o artigianali di privati
  • Gruppo D: industrie, alberghi, cinema e teatri
  • Gruppo E: aeroporti, porti, stazioni, edicole e luoghi di culto
  • Gruppo F: lastrici solari ed edifici inabitabili

Gruppo A

A/1Abitazioni di tipo signorile
A/2Abitazioni di tipo civile
A/3Abitazioni di tipo economico
A/4Abitazioni di tipo popolare
A/5Abitazioni di tipo ultrapopolare
A/6Abitazioni di tipo rurale
A/7Abitazioni in villini
A/8Abitazioni in ville
A/9Castelli oppure palazzi di elevato pregio artistico e storico
A/10Uffici e studi privati
A/11Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

Gruppo B

B/1Collegi, convitti, ricoveri, orfanotrofi, seminari, caserme ecc.
B/2Case di cura ed ospedali che non presentano fine di lucro
B/3Prigioni e riformatori
B/4Uffici pubblici
B/5Scuole e laboratori scientifici
B/6Biblioteche, pinacoteche, musei, accademie che non presentano la loro sede in edifici A/9
B/7Cappelle e oratori in cui non si svolge l’esercizio pubblico del culto
B/8Magazzini sotterranei per depositi di derrate

Gruppo C

C/1Negozi e botteghe
C/2Magazzini e locali di deposito
C/3Laboratori per arti e mestieri
C/4Edifici per esercizi sportivi che non presentano fine di lucro
C/5Stabilimenti balneari e di acque curative in cui non vi è fine di lucro
C/6Stalle, scuderie, rimesse e autorimesse che non presentano fine di lucro
C/7Tettoie

Gruppo D

D/1Opifici
D/2Alberghi con fine di lucro
D/3Teatri, cinema, sale per spettacoli con fine di lucro
D/4Case di cura e ospedali in cui vi è scopo di lucro
D/5Istituto di credito, cambio e assicurazione in cui si persegue un fine di lucro
D/6Fabbricati per attività sportive con fine di lucro
D/7Fabbricati edificati oppure adattati per speciali esigenze di un’attività industriale la cui destinazione differente comporterebbe radicali trasformazioni
D/8Fabbricati utilizzati per speciali esigenze di un’attività commerciale in cui non è possibile cambiare destinazione senza radicali trasformazioni
D/9Edifici sospesi ancorati a punti fissi del suolo oppure ponti privati che prevendono un pedaggio
D/10Fabbricati per funzioni produttive delle attività agricole.

Gruppo E

E/1Stazioni per servizi di trasporto
E/2Ponti comunali e provinciali in cui si prevede un pedaggio
E/3Costruzioni per speciali esigenze pubbliche
E/4Recinti chiusi per speciali esigenze pubbliche
E/5Fabbricati che sono parte di fortificazioni e loro dipendenze
E/6Fari, semafori, torri che rendono d’uso pubblico l’orologio del Comune
E/7Fabbricati per l’esercizio pubblico dei culti
E/8Costruzioni nei cimiteri, tranne colombari, sepolcri e tombe di famiglia
E/9Edifici a destinazione particolare che non fanno parte delle altre categorie E sopra esplicitate

Gruppo F

F/1Area urbana
F/2Unità collabenti
F/3Unità in fase di costruzione
F/4Unità in corso di definizione
F/5Lastrico solare
F/6Fabbricato per cui si attende la dichiarazione (circolare 1/2009)

Dove trovo le categorie catastali degli immobili?

È possibile reperire questa informazione consultando la visura catastale dell’immobile di proprio interesse. Il metodo più tradizionale per ottenere la visura è recarsi fisicamente presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate. Chi vuole velocizzare i tempi, invece, può rivolgersi a portali specializzati come VisureItalia, in modo da ottenere online il documento direttamente alla propria mail con consegna rapida. Chi invece gestisce un’agenzia di disbrigo pratiche, una tabaccheria oppure una posta privata, grazie all’Affiliazione con VisureNetwork®, potrà rivendere visure catastali e altri servizi online.

Come fare l’abbonamento a Sister?

Il Programma Partner di VisureNetwork® prevede, tra le diverse opportunità, anche l’abbonamento Sister, che consente di effettuare non solo visure catastali ma anche tutte le ispezioni online alle banche dati del Catasto e della Conservatoria. Agli abbonati Sister, quindi, VisureNetwork® mette a disposizione tutte le informazioni che servono in modo semplice, veloce e online.

Compila questo form per scoprire i vantaggi del Programma di Affiliazione!

    *Nome

    *Cognome

    *E-mail

    *Cellulare

    *Società

    Sito web

    Messaggio

    Dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy ed accetto il trattamento dei dati ai sensi del GDPR2016/679.

     

     

    Ho intrapreso la libero professione nel lontano 1996 nell’ambito delle visure ipotecarie e catastali per conto dei principali gruppi bancari e degli enti di riscossione pubblica. Contestualmente, per conto di enti religiosi ed ecclesiastici, ho curato la gestione dei loro patrimoni immobiliari: dal check immobiliare, allo studio di fattibilità fino alla riqualificazione e messa a reddito. Nel 2019 ho ideato VisureNetwork®, la prima piattaforma di affiliazioni in modalità white label nel settore delle informazioni commerciali. Seguo con attenzione gli scenari del mercato immobiliare e l’impatto che le innovazioni digitali avranno nell’attività economica delle imprese.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.